REGIONE VENETO. DGR N. 2603 DEL 07/08/2007

BUR N. 84 del 25/09/2007.Sanità e Igiene Pubblica. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 2603del 07 agosto 2007. Nuovo Calendario vaccinale dell’età evolutiva e approvazione progetti per il miglioramento sistema vaccinale Veneto. (D.G.R. n. 4403 del 30/12/2005) IMPEGNO DI SPESA   Allegato: DGR 2603 del 07.08.2007
Leggi tutto

REGIONE VENETO. DGR N. 3848 DEL 05 DICEMBRE 2006

BUR N. 3 del 09/01/2007. Sanità e igiene pubblica DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 3848 del 05 dicembre 2006. Approvazione dei Piani Operativi specifici per il miglioramento del sistema vaccinale veneto. (Modifica alla D.G.R. n. 2043 del 27/06/06) IMPEGNO DI SPESA. Con delibera di Giunta Regionale n. 4403 del 30/12/2005 − “Approvazione del Nuovo Calendario Vaccinale dell’età evolutiva” sono stati destinati Euro 2.500.000,00.= per lo sviluppo di tutte le azioni necessarie all’implementazione del nuovo calendario vaccinale nell’ambito di un più ampio sostegno dell’intero sistema vaccinale Veneto. Fra le voci di spesa figura anche il “Progetto per la rilevazione delle reazioni
Leggi tutto

REGIONE VENETO. DGR N. 26/DDL DEL 7/08/2006

Relazione: Sospensione dell’obbligo vaccinale per l’età evolutiva, Allegato A. Si tratta in effetti di una bozza di Delibera dove vengono indicate le linee guida del provvedimento che entrerà in vigore dal primo gennaio 2008 come stabilito dalla legge regionale N. 7 del 23 marzo 2007.   Allegato: DGR_0026_07082006_All.A.pdf
Leggi tutto

REGIONE PIEMONTE. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 10 APRILE 2006, N. 63-2598

Approvazione Piano Piemontese di Promozione delle Vaccinazioni (PPPV) in attuazione dell’Accordo tra il Ministro della Salute e i Presidenti delle Regioni e Province Autonome concernente il Nuovo Piano Nazionale Vaccini 2005-2007. Riportiamo di seguito i testi integrali del provvedimento suddivisi per parti costituenti (paragrafi), con l’intento di permettere una più agevole consultazione e di scaricare solo le parti di reale interesse. Anche in questo caso si tratta di istituire il cosiddetto “dissenso informato” con un chiaro orientamento alla sospensione delle sanzioni amministrative previste dalla legge per gli obiettori di coscienza.   Allegato: Introduzione Allegato: Principi e definizione degli obiettivi del Piano Piemontese
Leggi tutto