Il vaccino antipolio collegato all’epidemia di infezioni bocca-mani-piedi?

Bocca Mani PiediHealth Freedom Idaho Vaccines

Alcuni ricercatori hanno scoperto che la malattia infettiva bocca-mani-piedi potrebbe essere indotta dal vaccino antipolio e quindi diffondersi ad altri soggetti per mezzo di questo vaccino. La malattia bocca-mani-piedi è causata dall’enterovirus71 (EV71). I vaccini antipolio IPV e OPV sono contaminati con EV71. Questo virus, insieme al EV-D68 e a parecchi altri entero e coxsackievirus vengono usati nella produzione dei vaccini somministrati ai bambini 3 volte nel primo anno di vita e nuovamente tra 4 e 6 anni di età. In definitiva: i bimbi appena vaccinati con vaccini antipolio diffondono il virus EV71 che causa le maggiori complicazioni della bocca-mani-piedi.

La malattia bocca-mani-piedi

I virus del gruppo enterovirus causano la bocca-mani-piedi. In questo gruppo figurano diversi tipi di virus, come poliovirus, coxsackie virus, echovirus e altri enterovirus. Il coxsackie virus A16 è il più comune ceppo di bocca-mani-piedi negli USA, ad eccezione di quello dominante nel 2011-’12 che era il coxsackie virus A6. Questo virus causa le forme più severe della malattia, che talvolta richiedono ospedalizzazione. La bocca-mani-piedi è anche causata da altri enterovirus, incluso l’EV71, che è stato associato con complicazioni molto severe, fino alla morte.
I ricercatori hanno scoperto che l’enterovirus EV71 che causa le complicazioni più serie viene diffuso per mezzo del vaccino antipolio.1

La diffusione della bocca-mani-piedi

La bocca-mani-piedi è una malattia infettiva contagiosa che può essere facilmente diffusa da persona a persona. Il virus si diffonde attraverso la saliva, le secrezioni nasali e le feci. Il piccolo malato è più contagioso durante la prima settimana e se avete dubbi sul fatto che vostro figlio sia stato contagiato, il periodo di incubazione del virus è di 4-6 giorni (significa che dopo l’esposizione ad un soggetto infetto il bambino potrebbe ammalarsi dopo questo periodo).
I bambini ricevono quattro dosi di IPV secondo il calendario CDC, con una dose ad ognuna di queste tappe:
  • 2 mesi
  • 4 mesi
  • da 6 a 18 mesi
  • da 4 a 6 anni
Alcuni vaccini combinati (più vaccini nella stessa fiala) come Pentacel (DTaP-IPV/Hib), Pediarix (DTaP-IPV-HepB) o Kinrix (DTaP-IPV) contengono IPV
Secondo i ricercatori alcuni bambini vaccinati possono diffondere la malattia bocca-mani-piedi. C’è stato un significativo aumento dei casi nelle comunità infantili e nelle prime classi delle scuole primarie che potrebbero essere correlati con il calendario CDC.

“Esplorando il collegamento tra il vaccino antipolio e la bocca-mani-piedi” (articolo di Steven Vessello pubblicato nel giugno 2015) Il Centro per Protezione della Salute (CHP) del Dipartimento cinese della Salute sta investigando su un’epidemia di bocca-mani-piedi in un child care center di Causeway Bay in Hong Kong. I bimbi sono risultati positivi all’enterovirus EV71 che di solito causa la bocca-mani-piedi. Secondo i ricercatori Qiben Leng e Annie De Groot, la mancata efficacia del vaccino antipolio potrebbe aver contribuito a queste sporadiche epidemie. Essi hanno scoperto un epitopo stabile immunodominante comune ad EV71 e al poliovirus, usando uno strumento a matrice di Janus (che intercetta entrambi i residui TCR opposti). In altre parole, una epidemia di bocca-mani-piedi può avvenire quando il vaccino antipolio fallisce a causa di una perdita nella catena del freddo che potrebbe sfuggire ai controlli. Nel 2012 Leng e De Groot scoprirono un epitopo comune a EV71 e vaccino antipolio stabile negli enterovirus umani. In particolare la reattività incrociata tra l’epitopo A3 dell’EV71 e quello A3v del ceppo poliovirus 3 Sabin induce una reattività incrociata protettiva dei linfociti T. Assumendo che questo linfocita T conferisca protezione da questo epitopo, è possibile che l’esposizione alla polio protegga contro l’EV71 (ovvero la bocca-mani-piedi). Dal momento che in Cina è ancora prevalente il vaccino antipolio orale, la sua efficacia potrebbe essere contrastata da interruzioni nella catena del freddo (come lasciare il vaccino esposto all’ambiente non refrigerato nel trasporto). Il grado di immunizzazione effettiva contro il poliovirus del paziente può determinare la severità dei sintomi della bocca-mani-piedi. L’ipotesi è facile da verificare: verificate il titolo anticorpale della polio. Questi anticorpi dovrebbero trovarsi in persone precedentemente vaccinate che abitino insieme a pazienti malati di bocca-mani-piedi e assenti nei pazienti non vaccinati. Alla fine vale davvero la pena di verificare se i titoli anticorpali contro la polio sono uniformemente positivi nei pazienti affetti da bocca-mani-piedi.

Immunità dopo l’infezione?

C’è soltanto una limitata immunità incrociata tra enterovirus diversi; gli adulti solitamente sono stati esposti a ceppi diversi. E’ possibile essere infettati più volte da ceppi diversi. E’ anche stato notato da molti adulti che l’infezione è più severa a questa età.
Volete la prova? Ecco i collegamenti alla ricerca scientifica sulla connessione tra bocca-mani-piedi e la polio per vostra conoscenza: