Comilva pubblica il portale per la raccolta dati sulle analisi anticorpali

Rimini, 28 giugno 2019

Dopo mesi di meticolosa preparazione rinasce in questi giorni un progetto importante che aveva visto la prima luce nella primavera del 2018, lo studio statistico sulle titolazioni anticorpali.

Per prima cosa ci sentiamo in dovere di ringraziare il dott. Fabio Franchi che ci ha coinvolto in questa avventura diversi mesi fa: dalla prima richiesta di aiuto e sostegno per supportare il progetto abbiamo disegnato un percorso di sostenibilità nel tempo, non solo per questo studio ma anche per altre possibili iniziative che vedranno la partecipazione diretta delle persone e per continuare a promuovere la ricerca indipendente.

Un grazie sincero va anche alla dottoressa Marilisa Treffiletti che con il suo spirito battagliero e con un pizzico di giovanile incoscienza ha deciso di salpare in questo mare burrascoso alcuni anni or sono, scegliendo di andare controvento anziché adagiarsi sul bagnasciuga di una spiaggia qualunque della carriera ad ogni costo.

Grazie anche all’impegno e alla dedizione dei volontari Comilva che in questi mesi hanno dato anima e corpo per il successo di questa iniziativa.

E’ solo l’inizio di un percorso che crediamo fermamente debba essere di tutti.

Serve ricordare il periodo particolare che la nostra civiltà sta vivendo: assistiamo ad una appropriazione indebita di spazi decisionali che spettano naturalmente all’individuo nella sua sfera di responsabilità, alla famiglia, sempre nella piena consapevolezza delle proprie scelte.

Questo è il contesto in cui lo studio anticorpali riparte: promuovere e sostenere questo progetto significa per noi mettere a disposizione di tutti uno strumento che appartiene a tutti e che vuole rendere conto dell’efficacia reale dei vaccini.

Questo studio vuole creare le premesse per un lavoro di indagine sull’efficacia vaccinale. Partecipare significa essere parte attiva di un percorso di conoscenza e consapevolezza senza nessuna mediazione interessata.

Non abbiamo nessuna pretesa di definire delle verità. Possiamo ragionevolmente offrire uno spunto alla comunità scientifica per fare un passo avanti nelle indagini epidemiologiche sulla pratica vaccinale e, per quanto possibile, sarà anche un’occasione per fare chiarezza sui fatti.

Che tutto questo avvenga “dal basso” – con competenza e chiarezza, non può che validare ancora di più l’iniziativa: certamente saremo aperti a qualsiasi critica costruttiva che possa migliorare il progetto e dargli ulteriore spessore.

Ci auguriamo di essere in tanti a partecipare, per raggiungere e fornire il risultato migliore: ce l’abbiamo messa tutta e continueremo a farlo, nella convinzione che, almeno per ora, non abbiamo alternative possibili.

www.studioanticorpali.it | https://www.facebook.com/anticorpali/

Partecipare … per #vivereconsapevolmente!

Lo Staff Comilva