CORTE COSTITUZIONALE. SENTENZA N. 461 DEL 14 DICEMBRE 2005

Sentenza N. 461 del 14 dicembre 2005. Negazione dei benefici della L. 210/92 al coniuge contagiato da Epatite C.

Sentenza N. 461 del 14 dicembre 2005. Legittimità costituzionale art. 1 e dell’art. 2 comma 6 L. 210/92 laddove non prevedono che i benefici della medesima legge spettino anche al convivente more uxorio che risulti contagiato da uno dei soggetti di cui all’art. 1 L. 210/92 per contrasto con la Costituzione agli artt. 2 e 3.
La CMO respingeva la domanda di indennizzo per decorrenza dei termini e per mancanza di nesso causale.
La Corte Costituzionale dichiara inammissibile la questione di legittimità costituzionale per difetto di motivazione sulla rilevanza del giudice del lavoro del Tribunale di Trento.
Di fatto dalla sentenza si evince come in questa materia ci sia stato negli anni un vorticoso susseguirsi di decreti e norme che hanno reso di fatto impossibile fare chiarezza e ottenere giustizia.

La chiara impressione è quella di trovarsi di fronte ad una “Lezio Magistralis” del dott. Azzeccagarbugli di Manzoniana memoria. Se avete tempo leggete questa sentenza per rendervene conto.

 

Allegato: CC, Sentenza N. 461 del 14 dicembre 2005