Il fallimento delle politiche vaccinali per morbillo/parotite/rosolia nei campus universitari

La maggior parte degli Stati ha promulgato leggi che richiedono che gli studenti universitari siano vaccinati con il vaccino MPR per poter frequentare l’università. Si presume che questo vaccino offra protezione contro morbillo, parotite e rosolia. L’efficacia del vaccino MPR prodotto dalla Merck nei confronti della parotite è stata messa in discussione da molti scienziati.

Nel frattempo, negli ultimi cinque anni si è assistito ad aumenti vertiginosi di epidemie di parotite nelle università, tra quegli stessi studenti vaccinati, a ulteriore prova dell’inefficacia del vaccino. Il vaccino MPR è stato associato a danni e morti, mentre le malattie morbillo e parotite contro i quali si rivolge sono generalmente lievi e si risolvono da sole.

Ad aggravare l’assurdità di queste politiche vaccinali, le autorità universitarie hanno incoraggiato gli studenti a fare un richiamo del vaccino MPR, dopo che il vaccino aveva avuto come risultato epidemie di parotite tra i vaccinati. Questa combinazione di eventi fa sorgere la domanda se le politiche vaccinali con il vaccino MPR abbiano senso e quale migliori alternative esistano. [1-3]

Aumento delle politiche vaccinali nelle università e perché

Un rapporto del CDC (Centre for Desease Control and prevention – Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie) mostra che almeno trenta dei cinquanta Stati in America prevedono pratiche

vaccinali per gli studenti universitari, e richiedono che i nuovi studenti facciano il vaccino MPR. La maggior parte delle leggi degli Stati si focalizzano sui nuovi studenti del primo anno che vivono nei campus, ma i dettagli variano a seconda dello Stato. Una ricerca su questo sito digitando vaccino MPR e tutte università fornirà un rapporto dettagliato. [4]

Altri Stati, non inclusi in questa lista, richiedono anch’essi la vaccinazione MPR, compresi il Missouri e lo Stato di Washington. L’effettivo numero delle università che richiedono la vaccinazione MPR è probabilmente molto più alto. [5, 6]

I media hanno contribuito a generare tra la gente la paura di contrarre malattie infantili un tempo comuni come morbillo e parotite, cosa che garantiva una vera immunità per tutta la vita. Ogni volta che c’è un’epidemia di morbillo o parotite questa notizia ottiene titoli in prima pagina. Generalmente non hanno come conseguenza morti o serie problematiche, ma l’isteria collettiva cresce. [7]

C’è stato un aumento vertiginoso di raccomandazioni vaccinali e dei danni conseguenti da quando nel 1986 sono stati creati i tribunali vaccinali governativi, che garantiscono totale immunità a chi produce i vaccini in caso di danni da vaccino. La creazione dei tribunali vaccinali ha dato la possibilità alle case farmaceutiche di produrre vaccini redditizi senza alcun riguardo per le misure di sicurezza [8, 9]

Il Centro Nazionale di Informazione sui Vaccini riporta che 69 dosi di 16 vaccini sono raccomandate dalla nascita ai 18 anni. [10]

Il programma vaccinale del CDC può essere visualizzato qui.

L’inefficacia del vaccino MPR contro la parotite

Scienziati della Merck hanno accusato la Merck stessa di avere falsificato dati per mostrare che il suo vaccino contro la parotite era efficace al 95%. La Corte Federale degli Stati Uniti ha combattuto contro la Merck per molti anni e la battaglia ancora prosegue. È noto fin dal 1980 che il vaccino MPR della Merck non è efficace per la parotite. [11, 12]

Epidemie di parotite nei campus universitari danno ulteriore prova del fallimento del vaccino

Nel dicembre 2016 la CDC ha riportato un alto tasso decennale di infezioni da parotite, specialmente nei campus universitari. A dicembre 2016, sono stati registrati 2.879 casi di parotite. Gli studenti universitari contagiati dalla parotite provengono dagli stati del Missouri, New York, California, Massachusetts e Maryland. Quasi il 100% dei contagiati dalla parotite erano stati vaccinati. [13, 14]

Al campus di Mizzou in Columbia, Missouri, si sono registrati 341 casi di parotite tra l’agosto 2016 e il febbraio 2017. La lieve malattia provoca disagio, ma si risolve in un periodo da sette a dieci giorni. Una terza vaccinazione con MPR, gratuita, veniva offerta agli studenti nello sforzo di minimizzare ulteriori casi. Quindici università nel Missouri hanno registrato epidemie di parotite nella primavera 2017. [15-17]

I rischi del vaccino MPR a confronto con le malattie parotite e morbillo

Mentre non sono riportate morti risultanti dalle ondate di morbillo e parotite, centinaia di morti e gravi complicazioni sono state associate con la vaccinazione MPR. I seri problemi di salute provocati dalla vaccinazione MPR comprendono autismo, lupus, sindrome di Guillain-Barre, encefalite, meningite, sordità, cardiomiopatia e convulsioni. Il database del VAERS (Vaccine Adverse Events Reporting System – Sistema di registrazione delle reazioni avverse da vaccino) al dicembre 2014, ha riportato 6.962 serie problematiche di salute in reazione alla vaccinazione MPR fin dal 1990. [18]

Tra il 2003 e il 2013 nessuna morte è stata registrata a causa del morbillo, mentre nello stesso intervallo di tempo almeno 98 morti sono state provocate dal vaccino per il morbillo. In quell’arco di tempo sono stati registrati 694 casi di disabilità correlata al vaccino. [19]

L’assurdità delle politiche vaccinali che esortano a fare più vaccinazioni dopo le ondate di parotite

Molte università richiedevano agli studenti di fare una terza dose di vaccino MPR durante le epidemie di parotite, mentre allo stesso tempo ammettevano che la maggioranza delle persone che avevano contratto la parotite era già totalmente vaccinata. Chiedere agli studenti di fare un’altra inefficace vaccinazione MPR nel tentativo di limitare la scomoda, ma relativamente benigna parotite, si può definire come minimo un errore. Quando poi si considera il fattore di rischio relativamente alto associato al vaccino MPR, non ha alcun senso. [20]

Il CDC ha suggerito che una terza vaccinazione MPR fosse raccomandata nei campus universitari durante le epidemie. Nell’università dell’Illinois a Champaign-Urbana, quando questa raccomandazione fu portata avanti nell’agosto 2016, gli studenti continuarono a contrarre la parotite. 50 dei 317 casi di parotite furono identificati tra gli studenti che avevano ricevuto la terza vaccinazione MPR. 232 dei casi di parotite erano tra coloro che erano stati vaccinati due volte con il vaccino MPR, che è la dose standard del vaccino. Durante le ondate di parotite, 8.200 terze dosi del vaccino MPR furono somministrate agli studenti.

Alternative più ragionevoli per sostituire vaccinazioni pericolose e inefficaci

Le vaccinazioni omeopatiche sono sia efficaci che sicure e possono essere somministrate per prevenire quasi tutte le malattie incluse parotite, rosolia e morbillo. La semplice ragione per cui non sono utilizzate in sostituzione dell’inefficace vaccino MPR è che nella nostra nazione l’assistenza sanitaria è altamente influenzata dal modello di profitto delle corporazioni farmaceutiche. Le aziende farmaceutiche traggono profitto da costosi vaccini che provocano danni alla salute, creando clienti per la vita che avranno bisogno di altre medicine e trattamenti. È il perfetto modello affaristico medico di malattia, non di benessere. [21]

Il cibo sano e l’utilizzo di alcuni integratori naturali hanno mostrato di essere efficaci nel garantire immunità e nel ridurre i sintomi della malattia. Il morbillo può essere efficacemente trattato con la vitamina A e il tetano trattato con la vitamina C.

La malattia di Keshan, comune in Cina, Nuova Zelanda e Finlandia, può essere prevenuta con il selenio. La ricerca del brillante dentista Weston Price ha mostrato che le diete ricche di elementi nutritivi fornivano immunità naturale contro la comune tubercolosi, ma quando i nativi hanno adottato le abitudini alimentari occidentali a base di cibi raffinati hanno perso le loro difese immunitarie e hanno cominciato a sviluppare le malattie. [22]

Politiche vaccinali nelle università ed esenzioni

Mentre tutte le università sembrano avere svariate raccomandazioni vaccinali, la maggior parte di esse consente esenzioni, per motivi sia religiosi che medici. Sembra ci siano requisiti più severi per i corsi universitari personalizzati, specialmente quelli collegati a tematiche inerenti la salute, e questo può rendere più difficili le cose per gli studenti che si oppongono alle vaccinazioni e che sono interessati a professioni sanitarie. Se in un campus universitario avviene un’epidemia di una malattia, gli studenti non vaccinati possono essere penalizzati ed esclusi dalle attività del campus, compresa la frequenza delle lezioni e la residenza all’interno della proprietà dell’università. È importante verificare le politiche vaccinali universitarie da ogni punto di vista. [23]

Conclusioni

L’attuale policy in molti campus universitari prevede che sia verificato che i nuovi studenti abbiano ricevuto due dosi del vaccino MPR. L’obiettivo di questa regolamentazione è prevenire il diffondersi di morbillo e parotite. Un processo federale di lunga data contro la Merck, l’azienda farmaceutica responsabile della produzione del vaccino MPR, accusa la Merck di aver manipolato i dati per far apparire che il vaccino MPR sia più efficace di quanto non è in realtà.

Recenti casi di epidemie di parotite avvenuti nei campus universitari tra gli studenti vaccinati con il vaccino MPR sono ulteriore prova che il vaccino MPR è inefficace. I dati che arrivano dal Sistema di registrazione delle reazioni avverse da vaccino provano che il vaccinio MPR è responsabile di migliaia di gravi reazioni avverse e di quasi 100 morti. Le vere e proprie malattie di morbillo e parotite sono generalmente benigne e leggere sia nei bambini che negli adulti, e guariscono in modo naturale entro pochi giorni.

Politiche sanitarie universitarie più sensate incoraggerebbero l’immunizzazione omeopatica che è sicura, efficace e poco costosa e il miglioramento dell’alimentazione per fortificare il sistema immunitario.

Il buon senso suggerirebbe di eliminare l’obbligo di vaccinazione con MPR nei campus universitari.

Michelle Goldstein

References:

  1. https://www.cdc.gov/mumps/outbreaks.html
  2. http://www.cbsnews.com/news/mumps-cases-10-year-high…
  3. https://www.insidehighered.com…measles-immunizations-college-students
  4. https://www2a.cdc.gov/nip/schoolsurv/schImmRqmt.asp
  5. http://studenthealth.missouri.edu/forms&policies/immunization.html
  6. https://hws.wsu.edu/medical-clinic/new-students/
  7. http://articles.mercola.com…dissolving-illusions-measles-vaccine.aspx
  8. http://vaccinesafetycommission.org/vaccine-court.html
  9. https://vaccineimpact.com…vaccine-court-june-2016-report/
  10. https://www.nvic.org/CMSTemplates/NVIC/pdf/49-Doses-PosterB.PDF
  11. http://www.huffingtonpost.ca/lawrence-solomon/merck-whistleblowers…
  12. http://ahrp.org/former-merck-scientists-sue-merck-alleging-mmr-vaccine-eff
  13. http://www.naturalnews.com/2017-03-14-cdc-mumps-outbreak…
  14. http://www.greenmedinfo.com/blog/2013-measles-outbreak…
  15. http://fox2now.com/2017/02/15/mizzou-battling-mumps-outbreak-on-campus/
  16. http://www.kshb.com…colleges-report-mumps-cases-on-campuses
  17. https://www.usnews.com…mumps-outbreak-reported-at-sou
  18. https://vactruth.com/2016/02/18/mmr-vaccine/
  19. http://www.chicagotribune.com/news/local/breaking/ct-mumps-outbreak…
  20. https://www.cdc.gov/mmwr/volumes/65/wr/mm6529a2.htm
  21. https://vactruth.com/2016/09/17/why-you-cant-find-safe-vaccines/
  22. https://vactruth.com/2016/09/24/nutrition-beats-vaccines/
  23. https://vactruth.com/2015/09/03/college-vaccination-policies/

 

Articolo originale https://vactruth.com/2017/07/25/failed-mmr-vaccine-policies/

Traduzione di Valeria Rampana