INFEZIONI DA MORBILLO E RIMEDI A BASE DI VITAMINA “A”

Esiste la prova che le infezioni da virus del morbillo e i danni dei tessuti epiteliali associati comporti una drastica diminuzione di vitamina “A”. In uno studio pubblicato nel 1987, alcuni bambini al di sotto dei 2 anni che assumevano un integratore orale a base di vitamina A di 200.000 IU immediatamente dopo il contagio, sono rimasti in vita con un tasso di 7 a 1 rispetto a quelli che non assumevano vitamina A.
Dalla letteratura sappiamo che la vitamina A è essenziale per la corretta funzionalità dei tessuti epiteliali.
È interessante notare come, a fronte di una ipotetica protezione ottenibile con il vaccino antimorbillo, per alcuni bambini sembra aggravarsi il rischio di decesso ad opera di svariate malattie negli anni successivi la vaccinazione stessa, presumibilmente perchè il livello della sensibilizzazione allergica della popolazione cresce stabilmente a causa delle numerose campagne di vaccinazioni obbligatorie.

 

 
Torna alla pagina principale:
Guida di riferimento per una analisi approfondita del Paradigma Vaccinale