TETANO

Il tetano, noto anche come “trisma”, è provocato da un microrganismo che produce una condizione potenzialmente fatale, caratterizzata da una rigidezza muscolare, spasmi dei muscoli dell’apparato respiratorio, asfissia e morte. Questo microrganismo è stato riscontrato nel suolo e nel tratto intestinale di alcuni animali da allevamento ed entra nel corpo umano attraverso una ferita aperta. Il periodo di incubazione varia da 1 giorno a 3 settimane. Il trattamento è molto difficile e richiede l’uso di apparecchiature per la respirazione artificiale, farmaci per il rilassamento muscolare, antibiotici ed antitossine: in breve un inferno per chiunque ne sia colpito.

Dal 1976, negli USA, ci sono stati meno di 100 casi, e la gran parte di questi in individui al di sopra dei 50 anni. Fra il 1982 ed il 1984 si verificarono 9 casi nei bambini, ma nessun decesso venne registrato in persone al di sotto dei 30 anni.
L’adesione al vaccino è di circa il 95% nei bambini in età scolare.

Prima della diffusione su larga scala del vaccino venivano registrati circa 500 casi all’anno. […]

Questo vaccino ha la stessa natura di quello contro la difterite e si basa quindi su un tossoide. L’iniezione comporta reazioni cutanee di rossore, gonfiore e manifestazione di ascessi in una percentuale che va dal 3 al 13% dei casi: reazioni allergiche sono state segnalate nei casi di richiami ripetuti. Sono attualmente sconosciuti effetti collaterali sul lungo periodo.

La vaccinazione consiste in una serie di 4 vaccinazioni che dovrebbero garantire una protezione di 10 anni: per quanto detto sopra non ci sono dei validi motivi per vaccinare i bambini con questo tossoide, in quanto non sono noti gli effetti collaterali sul loro sistema immunitario in via di formazione. Infatti i bambini al di sotto dei 2 anni non rappresentano una popolazione a rischio tetano, come ampiamente dimostrato dalle ricerche disponibili in letteratura. In ogni caso la prima iniezione non dovrebbe essere fatta prima dei 12 mesi e, successivamente, non prima di 10 anni.

Gravi ferite possono richiedere immuno globuline di tetano prodotte a partire da tessuti di origine umana, che contengono anticorpi al batterio specifico. Queste possono essere recuperate entro 48 ore da qualsiasi grave incidente. Se avete dei dubbi su questo contattate pure uno specialista.

Il tossoide del tetano e le immuno globuline (TIg) possono essere acquistate separatamente da altri vaccini: naturalmente non saprete mai perfettamente che cosa ricevete a fronte della somministrazione di un vaccino. Le attuali raccomandazioni dell’ACIP, nel caso di trattamento per ferite, abbinano stranamente la somministrazione del tossoide del tetano con quello della difterite, piuttosto che un singolo antigene tetanico. Non sono noti attualmente gli effetti della combinazione di questi due tossoidi ed in particolare modo alla luce dell’associazione con conservanti chimici e altre sostanze organiche provenienti dalle colture cellulari di origine animale.

 
Torna alla pagina principale:
Guida di riferimento per una analisi approfondita del Paradigma Vaccinale