NON VIVO IN UNA BOLLA

NON VIVO IN UNA BOLLA

di Federica Santi
Per dar voce a chi non ne ha…

non vivo in una bollaAmici del Comilva,
mi chiamo Federica Santi e sono una scrittrice.
Per scrivere l’articolo che state leggendo ho dovuto vivere qualche giorno di raccoglimento con lo scopo di trovare le parole giuste. Parole che arrivassero al vostro cuore…perché è dal mio cuore che esse partono.
Parlandovi del mio nuovo libro, intitolato “NON VIVO IN UNA BOLLA”, desidero condividere con voi le motivazioni che mi han spinta a pubblicarlo. Attraverso questa recente pubblicazione racconto la storia della mia famiglia in seguito alla diagnosi di autismo, insorto successivamente alla somministrazione del vaccino trivalente MPR.
Protagonista : Nicola, il mio primogenito, di cinque anni e mezzo. Ma protagonisti siamo anche noi mamma e papà e mio figlio minore Enrico. Protagoniste sono le migliaia di famiglie che vivono la nostra stessa dolorosa esperienza di vita.
Tutti noi coinvolti in questa realtà siamo rimasti fin troppo a lungo in silenzio dietro le quinte, a dover affrontare ardue sfide quotidiane,a dover accettare l’abbandono da parte delle istituzioni e spesso l’isolamento da parte della società stessa, a lottare per veder riconosciuto l’evidente nesso causale fra i vaccini ed i disturbi insorti nei nostri figli. Bambini nati sanissimi ed in seguito ammalatisi per colpa della malasanità.
“NON VIVO IN UNA BOLLA”  non affronta tali argomenti dal punto di vista clinico. È un libro che, partendo dalla mia personale esperienza, vuol dar voce a chi voce non ha. Vuol fornire utili informazioni a tutti quei genitori confusi da un sistema sanitario nazionale che fa disinformazione. Vuol mostrare il volto di tanti genitori coraggiosi che vivono una quotidianità impregnata di sfide continue. Vuol portare alla luce le nostre vite e quelle dei nostri figli…perché come tutti meritiamo una vita dignitosa, rispetto e considerazione. E soprattutto giustizia. Per noi, ma anche perché la verità venga a galla e certi crimini cessino di esistere.
“Non vivo in una bolla”. È esattamente questo che mi ha fatto capire mio figlio Nicola. Con il mio nuovo libro ho dato voce anche a lui. E desidero venga ascoltato.
Grazie.

NON VIVO IN UNA BOLLA non si trova nelle librerie. Chi volesse ordinarlo può rivolgersi direttamente all’autrice scrivendo alla mail federicasanti80@gmail.com