NUOVO ANNULLAMENTO DI UN DECRETO DI AFFIEVOLIMENTO DELLA PATRIA POTESTÀ IN PUGLIA

NUOVO IMPORTANTE SUCCESSO DEL COMILVA PUGLIA

palazzo-corte-torre-civicaRegistriamo un nuovo successo dell’associazione pugliese e dei suoi legali in merito agli annullamenti di precedenti decreti di affievolimento della patria potestà per mancata vaccinazione. Il promo decreto (affievolimento) , sfavorevole alla famiglia, veniva emesso nel novembre 2008. Sono passati circa tre anni e mezzo e la famiglia, ferma nella sua decisione di non vaccinare è stata risentita dal Tribunale dei Minori di Taranto che ha anche ricevuto una nuova relazione sul caso dall’ASL in febbraio.

Cosa singolare, nei passaggi del nuovo decreto, emesso lo scorso 5 aprile, ma reso noto pochi giorni fa, si cita (sulla base della relazione dell’Azienda Sanitaria) che i genitori appartengono al COMILVA.

Il contenuto del decreto ricalca quello di molti altri: i genitori si sono dimostrati responsabili, accudiscono i figli con cura e la scelta di vaccinare si dimostra frutto di informazione e consapevolezza.

Peccato che si metta in campo anche il termine “scelta ideologica”, perché non si tratta affatto di questo ma di un percorso ragionato e di conclusioni razionali motivate dai fatti. Comunque sia è di nuovo una bella notizia che conferma come il mutato sentire dei Tribunali dei Minori in Puglia, prodotto anche con il grande sforzo del COMILVA Puglia, possa essere considerato ormai un dato acquisito e debba preparare la strada ad una scelta sul piano politico regionale altrettanto all’avanguardia dei tempi.

 

Allegato: Sentenza Tribunale dei Minoi di Taranto, 533/12