PROGETTO DI PROPOSTA DI RISOLUZIONE sulla riluttanza nei confronti dei vaccini e il calo del tasso di vaccinazione in Europa [2017/2951(RSP)]: APPELLO!

PROGETTO DI PROPOSTA DI RISOLUZIONE sulla riluttanza nei confronti dei vaccini e il calo del tasso di vaccinazione in Europa [2017/2951(RSP)]: APPELLO!

 

Sotto il silenzio generale si sta verificando un fatto molto grave che chiama TUTTI NOI ad agire!

Il prossimo 20 marzo la Commissione ENVI (salute pubblica, ambiente e sicurezza alimentare) del Parlamento europeo voterà il PROGETTO DI PROPOSTA DI RISOLUZIONE presentata a seguito delle interrogazioni con richiesta di risposta orale B8- 00000/2017 e B8-0000/2017 a norma dell’articolo 128, paragrafo 5, del regolamento sulla riluttanza nei confronti dei vaccini e il calo del tasso di vaccinazione in Europa (2017/2951(RSP)).

Al link http://www.emeeting.europarl.europa.eu/committees/agenda/201803/ENVI/ENVI(2018)0319_1P/IENVI(2018)0319_1PIT- , al N. 10, è disponibile la documentazione (testo della proposta ed emendamenti).

Lo stesso art. 1 della Legge 119/17 afferma che l’obbligatorietà vaccinale è imposta non solo per assicurare la tutela della salute pubblica, ma anche per garantire il RISPETTO DEGLI OBBLIGHI ASSUNTI A LIVELLO EUROPEO ED INTERNAZIONALE (v. http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2017/08/05/17A05515/sg)

Vi invitiamo a leggere con attenzione il testo della proposta e i relativi emendamenti. Se alcuni contenuti possono essere sostenuti, altri sono certamente da contrastare.

Gli Stati, come già affermato nella Legge 119/17, sono chiamati a rispettare obblighi assunti a livelli europeo e internazionale.

È assolutamente necessario e improrogabile far sentire LA VOCE DI NOI CITTADINI ITALIANI IN EUROPA, già fortemente penalizzati e depauperati dei fondamentali diritti, per tentare di arginare questa deriva autoritaria che sembra emergere dai lavori della Commissione ENVI.

Comilva ha già sottoscritto una lettera aperta congiuntamente a diverse associazioni che in Europa operano a sostegno della libertà in materia vaccinale.

COSA POSSIAMO FARE COME SINGOLI CITTADINI?

Possiamo impegnarci in un’importante azione civile, inviando un messaggio personale (è importante che sia fatto in questo modo affinché gli sia data la maggiore attenzione possibile) a tutti i membri del parlamento europeo, o almeno ai parlamentari di provenienza italiana.

Troverete tutti gli indirizzi a cui inviare il vostro messaggio e le indicazioni operative nella pagina di riferimento (http://www.comilva.org/progetto-di-proposta-di-risoluzione-sulla-riluttanza-nei-confronti-dei-vaccini-e-il-calo-del-tasso-di-vaccinazione-in-europa-20172951rsp-appello/ )

Allo stesso modo potremo sensibilizzare i membri delle istituzioni nazionali e i politici con i quali abbiamo stabilito un rapporto, chiedendo loro di interagire con gli europarlamentari di riferimento, affinché venga data la massima attenzione possibile alla questione.

Facciamo sentire la nostra voce!