Riflessione sulla dichiarazione del Commissario Europeo alla Sanita del giorno 22/11/2017

Pubblichiamo volentieri le riflessioni di questo padre.


Riflessione sulla dichiarazione del Commissario Europeo alla Sanita del giorno 22/11/1017

Caro Commissario Europeo alla Sanita’ Sig.re Vytenis Andriukaitis, le scrivo per darle la possibilità di rettificare o quantomeno di correggere completando la dichiarazione che si e’ sentito in dovere di fare, per il ruolo che riveste evidentemente, in merito alla obbligatorietà vaccinale in Italia e presto in tutta Europa sembra.
E’ vero muoiono bambini di morbillo nel mondo ma ne piu ne meno rispetto a gli anni passati quando non c’era l’obbligo. Come muoiono bambini non vaccinati muoiono anche bambini vaccinati, non puo’ negarlo, negherebbe l’evidenza. Ma forse si è dimenticato che nei periodi storici dove sono comparse le epidemie, le maggiori epidemie, le realtà societarie, in termini anche solo di abitudini igieniche e possibilità economico-culturali erano molto, molto diverse. Talvolta drammatiche.
Nella sua dichiarazione si è forse dimenticato anche di citare tutti quei bambini che nel mondo intero muoiono di tumore, eppure non dite niente, non fate niente per migliorare anche solo per loro la qualità dell’aria, del cibo, delle scuole dove si formano per diventare uomini.
Si è scordato inoltre dei bambini che muoiono durante il parto, di violenza, di attentati, di incidenti stradali e aerei. Non ne parla di questi, perché? Non fanno notizia, non producono reddito?
Muoiono anche bambini sotto le macerie dei terremoti di case costruite con materiali scadenti, per incuria dei governanti. Non sono bambini forse loro da tutelare?
Muoiono bambini in Africa e non perché non vaccinati bensì perché non hanno cibo, acqua potabile, vestiti, fognature, beni di prima necessità.
Muoiono bambini in oriente e nel sud america per il traffico di organi per i ricchi occidentali ammalati che si aggrappano alla propria vita a scapito dell’altrui vita.
Muoiono bambini sfruttati e sottopagati per il lavoro minorile intossicati dai metalli pesanti che estraggono dai computer obsoleti.
Muoiono bambini sotto le bombe in medio oriente, le bombe occidentali che in nome della democrazia distruggono famiglie, case, storia, paesi interi. Perché non si pronuncia per loro. Eppure ne avrebbe il potere. Quanti bambini muoiono nei barconi cercando di attraversare il mediterraneo nel viaggio della speranza scappando dalla miseria della guerra. E l’Europa che fa, chiude le frontiere o li riporta non a casa ma in campi di accentramento. Che non hanno niente di diverso dai campi di concentramento. E’ questa l’idea che lei ha della grande Europa??
Ha ragione: i genitori novax come amate chiamarli dispregiativamente voi politici andrebbero informati, educati. Informati che credete fermamente nello strumento terapeutico vaccino e che farete di tutto per realizzare farmaci sicuri, puliti in tutela di tutti quei bambini che verranno vaccinati. Informati che non ci sono speculazioni politiche ed economiche….dando la parola, la mano come si faceva una volta, da uomini.
Le ricordo che l’educazione non passa attraverso l’uso della forza e dell’obbligo. Non è con le bombe che si diffonde la democrazia, non è con la prepotenza che si istruisce un popolo. L’articolo della Costituzione italiana parla di sovranità del popolo. Allora provi ad ascoltarlo questo popolo e vedrà che dietro i novax ci sono famiglie che chiedono solamente trasparenza, farmaci puliti, terapie personalizzate e rispetto, rispetto della propria vita e di quella dei propri figli. Scenda per una volta dal suo trono fatto di oro, di potere, di benefit pagati con i soldi dei contribuenti, gli stessi che lei oggi giudica ma che le permettono quotidianamente di vivere da Re, e si faccia popolo, umile.
E poi andiamoci assieme al cimitero caro Commissario Europeo della Sanità e portiamo un fiore anche per tutti quei bambini che si è dimenticato di menzionare e che ogni giorno, ogni santo giorno con queste affermazioni si dimentica di proteggere.

F.M.