SENTENZA DEL TRIBUNALE PENALE DI MACERATA N. 271.02 DEL 23.03.2002

Sentenza del Tribunale Penale di Macerata. Assoluzione dei genitori dall’accusa di violazione art. 110 e 650 del C.P. per inosservanza dell’ordinanza ingiunzione del Sindaco di eseguire vaccinazioni obbligatorie. Depenalizzazione dell’inosservanza delle leggi dell’obbligo vaccinale.

I genitori venivano rinviati a giudizio per violazione degli artt. 110 e 650 del Codice Penale per non aver ottemperato ad una Ordinanza del Sindaco che intimava loro il completamento del ciclo vaccinale.
La difesa dei genitori invece proponeva il proscioglimento dei genitori ai sensi dell’art. 129 del codice di procedura penale sulla base della depenalizzazione comaceratantenuta nelle leggi 706/75 e 689/81.
La sentenza dà ragione alla difesa in base alle argomentazioni presentate dalla stessa e ricorda che l’unica fattispecie che potrebbe far scattare un simile provvedimento potrebbe essere quella prevista dall’art. 260 T.U.L.S. per cui l’ordine di vaccinazione troverebbe il suo fondamento per impedire la diffusione di malattie infettive concretamente presenti sul territorio o sul punto di diffondersi.
Questo non è il caso in questione e quindi il fatto non costituisce reato: trattandosi peraltro di violazione di carattere amministrativo gli atti vengono trasmessi all’autorità amministrativa competente, ovvero il Sindaco stesso per quanto di sua competenza.

 

Allegato: Sentenza del Tribunale Penale di Macerata N. 271.02 del 23.03.2002