IL COMILVA PUGLIA NUOVAMENTE A SEGNO!

ANCORA UN ANNULLAMENTO DI UN DECRETO DI AFFIEVOLIMENTO DELLA POTESTÀ GENITORIALE Una coppia di coniugi sono stati sollevati dall’obbligo vaccinale con un decreto del tribunale per i minorenni di Taranto, magistralmente seguiti dal nostro avvocato Massimiliano Arena. Ecco i dettagli (riportiamo il commento dell’Avv. Arena): La pronuncia è di fondamentale importanza nella nostra battaglia sotto due profili: Si conferisce valore alla scelta della coppia genitoriale non già come incuria, bensì come espressione di una scelta ideologica consapevole e basata sulla comparazione di posizioni scientifiche di segno opposto. Viene addirittura apprezzata la scelta di chi si informa sugli effetti collaterali delle
Leggi tutto

NON LUOGO A PROVVEDERE DA PARTE DEL GIUDICE DEL TRIBUNALE DEI MINORI DI BARI PER UNA COPPIA DI OBIETTORI

Ottime le notizia dalla Puglia, dove i nostri amici hanno ottenuto un significativo risultato dopo un confronto serrato ma aperto con il locale Tribunale dei Minorenni di Bari. Trovate di seguito il decreto di non luogo a provvedere del Giudice verso una coppia di genitori che ha inteso esercitare il proprio diritto all’obiezione di coscienza verso le vaccinazioni pediatriche oggetto delle correnti leggi dell’obbligo (polio, difterite, tetano ed epatite B). Le motivazioni del decreto sono tra le più corrette e dignitose che possiamo auspicare per ogni vertenza del genere, ovvero il riconoscimento della legittimità della scelta dei genitori (dettata da
Leggi tutto

DECRETO TRIBUNALE DEI MINORI DI VENEZIA 1177/92 RR VA. NON OBBLIGATORIETÀ DELLA RIVACCINAZIONE ANTITETANICA (4° DOSE)

La norma di cui all’art. 1 della L. 29271963, modificata come da art. 1 L. 419/1968 è stata sostituita dall’art. 1 della L. 166/1981. Per effetto di questa modifica la vaccinazione antitetanica risulta obbligatoria per i nuovi nati con tre somministrazioni di anatossina tetanica assorbita che si completano con il decimo-undicesimo mese di vita. Deve quindi ritenersi che il richiamo (4° dose) prevista dalla Circolare del Ministero della Sanità 9/8/1982 non sia da qualificarsi come vaccinazione ma come rivaccinazione (come indicato nell’Allegato A della Circolare stessa) e che di conseguenza non sia da ritenersi obbligatoria. Allegato: DTV_1177.92_RR-VA.pdf
Leggi tutto

REVOCA DI UN DECRETO DI AFFIEVOLIMENTO DI PATRIA POTESTÀ, NUOVO DECRETO DI NON LUOGO A PROCEDERE

VITTORIA DEGLI OBIETTORI IN ABRUZZO: ANNULLATO IL DECRETO DI AFFIEVOLIMENTO Questo decreto, confermano la linea del COMILVA, inverte una precedente sentenza di affievolimento della potestà genitoriale e si dimostra sono favorevole quindi alla scelta "responsabile ed informata" dei genitori. n pratica viene confermata la validità delle posizioni degli obiettori attivi, riconoscendo la legittimità della scelta di non vaccinare sulla base di documentazioni e ricerche scientifiche che mettono in discussione la pratica vaccinale. Su questa base non ci sono i presupposti per un intervento limitativo della patria potestà verso i genitori. Un altro grande passo avanti in questa regione per la tutela
Leggi tutto

EVOLUZIONE DELLE MODALITÀ DI APPLICAZIONE DELLA LEGGE 25 FEBBRAIO 1992, N. 210 (E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI)

Evoluzione delle modalità di applicazione della Legge 25 febbraio 1992, n. 210 (e successive integrazioni), indennizzi ai soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati. Raccogliamo in questo punto l’evoluzione delle modalità di gestione delle fasi peculiari di applicazione della Legge 25 febbraio 1992, n. 210 (e successive integrazioni), in materia di indennizzi ai soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni ed emoderivati. Circolare del Ministero della Sanità, 10 aprile 1992, n. 500.VII/AG3/6274 bis, Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati; Legge 25 febbraio 1992, n. 210.
Leggi tutto

DECRETO PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA N. 355 DEL 26/01/1999

Decreto Presidenza della Repubblica n. 355 del 26/01/1999. Regolamento recante modificazioni al DPR 1518/67 in materia di vaccinazioni obbligatorie. Il provvedimento mette fine ad anni di battaglie per l’ottenimento di circolari ministeriali che consentissero sia il regolare svolgimento dell’anno scolastico sia l’ammissione agli esami dei bambini/ragazzi non vaccinati. Citazione dal testo del provvedimento: “Nel caso di mancata presentazione della certificazione o della dichiarazione di cui al comma 1, il direttore della scuola o il capo dell’istituto comunica il fatto entro cinque giorni, per gli opportuni e tempestivi interventi, all’azienda unità sanitaria locale di appartenenza dell’alunno ed al Ministero della sanità.
Leggi tutto

MINISTERO DELLA SALUTE, DECRETO 15 LUGLIO 2005

DECRETO 15 luglio 2005. Modifica al calendario delle vaccinazioni antipoliomielitiche per adeguamento al nuovo Piano nazionale vaccini 2005-2007. Decreto che stabilisce lo spostamento della quarta dose antipolio al 5-6° anno: ricordiamo sempre che la quarta dose antipolio è facoltativa così come altra combinazione con vaccino DTP, perché sono obbligatori solo i vaccini del ciclo vaccinale nel primo anno di vita (3 dosi).   Allegato: Ministero della Salute, DECRETO 15 luglio 2005  
Leggi tutto

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 7 NOVEMBRE 2001, N. 465

Decreto del Presidente della Repubblica 7 novembre 2001, n. 465. Regolamento che stabilisce le condizioni nelle quali è obbligatoria la vaccinazione antitubercolare, a norma dell’articolo 93, comma 2, della legge 23 dicembre 2000, n. 388 (Gazzetta Ufficiale n. 7 del 9 gennaio 2002). L’obbligo viene stabilito per neonati e bambini di età inferiore a 5 anni, con test tubercolinico negativo, conviventi o aventi contatti stretti con persone affette da tubercolosi in fase contagiosa, qualora persista il rischio di contagio o per personale sanitario operante in ambiente a rischio di contagio in caso non siano possibili altre misure preventive. Si tratta
Leggi tutto

MINISTERO DELLA SANITÀ. DECRETO 3 OTTOBRE 1991: PROTOCOLLO PER L’ESECUZIONE DELLE VACCINAZIONI CONTRO L’EPATITE VIRALE B

Ministero della Sanità. DECRETO 3 ottobre 1991: Protocollo per l’esecuzione delle vaccinazioni contro l’epatite virale B. Il Protocollo di esecuzione della vaccinazione contro l’epatite virale B viene definito da questo decreto. Utilità storica: valgono al momento i protocolli stabiliti dal Ministero con i Piani di Vaccinazione in vigore.   Allegato: Ministero della Sanità. DECRETO 3 ottobre 1991
Leggi tutto