Giù le mani dalla Libertà

Ieri il Senato di quello che resta della Repubblica Italiana ha approvato con modifiche il ddl n. 2856, conversione in legge del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale. Questo è un atto di una gravità assoluta, portato a compimento grazie ad un accordo di interesse che si nasconde dietro al paravento della tutela della salute pubblica che si vuole preminente rispetto alla libertà di scelta individuale, in barba ai dettami della Costituzione, in primis l’art. 32. Coloro i quali, consapevoli e non, hanno sostenuto e votato a favore di questo provvedimento, si
Leggi tutto

COMUNICATO: D.L.

COMUNICATO A seguito del Decreto Legge approvato il 19 maggio, vogliamo fare alcune precisazioni e fornire giusto qualche indicazione ai tanti utenti che ci stanno contattando. Siamo in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, senza la quale non si possono conoscere tempi e modalità di applicazione del D.L. Inoltre il decreto, a partire dalla data di pubblicazione, deve essere convertito in Legge “entro” 60 giorni, pena decadenza. Di conseguenza: Eventuali iniziative specifiche in ambito legale che Comilva ha intenzione di intraprendere dovranno per forza tenere conto di quanto scritto sopra; Stiamo inoltre ricevendo comunicazioni di genitori impauriti che addirittura ritirano
Leggi tutto

CHE FARE ?

Buongiorno cari amici, sostenitori, simpatizzanti Comilva e compagni di viaggio in questo impegno per la libertà di scelta. A scrivere a tutti è l’intero gruppo di referenti e membri attivi Comilva, oggi riuniti a Rimini per l’assemblea annuale. Ieri siamo venuti come voi a conoscenza del DL. In queste ore si sta riversando su di noi una mole enorme di richieste che ci giungono attraverso le caselle di posta elettronica, il gruppo e le pagine facebook, i nostri telefoni. Da tutti arriva la stessa domanda: COSA SUCCEDERA’?! e di conseguenza a questa domanda le preoccupazioni di ciascuno e tante aspettative.
Leggi tutto

LA FORZA DEGLI ARGOMENTI

Premessa Diamo piena diffusione al documento che il dott. Roberto Gava e i suoi legali (avv. prof. Silvio Riondato del Foro di Padova, e avv. Giorgio Piccolotto del Foro di Treviso ) hanno voluto condividere nell’ottica di una aperta e libera manifestazione di pensiero (in primo luogo) e per il sostegno delle ragioni di chi si batte ogni giorno per una corretta informazione e per la difesa dei diritti fondamentali, tra cui quello della libera scelta terapeutica, particolarmente minacciata nell’ultimo periodo in materia di vaccini, anche attraverso operazioni mascherate da tutela della salute pubblica. Abbiamo voluto dare a questo articolo
Leggi tutto

SECONDA PARTE – Tra Scienza, Finzione e Suggestione

Prima Parte: Introduzione Gli studi post-marketing: cosa ne sappiamo? I risultati principali dell’indagine tedesca Considerazioni sui risultati dell’indagine Segnalazione delle reazioni avverse: la realtà oltre l’apparenza Conclusioni e implicazioni politiche dello studio tedesco SECONDA PARTE – Tra Scienza, Finzione e Suggestione Facciamo un passo indietro Parliamo ora di un documento riservato 1 che non era destinato alla pubblicazione, della GSK (GlaxoSmithKline), dal titolo “Rapporto confidenziale per le autorità di regolamentazione” sulla sicurezza biologica clinica e farmacovigilanza, relativamente agli effetti del vaccino INFANRIX HEXA, vaccino combinato difterite, tetano e pertosse acellulare, Epatite B, IPV ed HiB. Il rapporto è stato curato
Leggi tutto

TRA SCIENZA, FINZIONE E SUGGESTIONE

Studi post-marketing e farmacovigilanza: gli intrecci pericolosi fra industria e sistema sanitario condizionano pesantemente le politiche dei paesi e minano la trasparenza e l’efficacia dei sistemi stessi. 10 Aprile 2017, Redazione COMILVA Onlus Contenuti Prima Parte: Introduzione Gli studi post-marketing: cosa ne sappiamo? I risultati principali dell’indagine tedesca Considerazioni sui risultati dell’indagine Segnalazione delle reazioni avverse: la realtà oltre l’apparenza Conclusioni e implicazioni politiche dello studio tedesco Seconda Parte Facciamo un passo indietro L’AIFA e i suoi Fratelli Italia capofila per le strategie vaccinali a livello mondiale: ci sarà un perché? Epidemie di che? Una mobilitazione senza precedenti! Conclusioni
Leggi tutto

La realtà oltre la propaganda

La realtà oltre la propaganda Rimini, 30 gennaio 2017 La rotta disegnata dalla fine degli anni ’90, che, sulla scorta di un confronto civile e democratico con i cittadini e le associazioni, ha introdotto maggiori tutele per i danneggiati e ha visto nascere le leggi regionali sul dissenso informato, verso il superamento delle leggi dell’obbligo è stata improvvisamente invertita con l’alibi del calo delle coperture vaccinali. Ma la realtà è ben altro rispetto a quanto si va blaterando con la complicità di presunti esperti accreditati dalla “comunità scientifica”: I contagi e le epidemie che riguardano le malattie infettive si verificano
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA

Cara Ministro Lorenzin, Abbiamo letto delle sue parole alla III Conferenza nazionale della FNOMCEO [1], a Rimini, parole rivolte ad un pubblico di Medici, ma indirettamente anche un messaggio alla cittadinanza, nell’esercizio del suo ruolo istituzionale. (….) COMUNICATO STAMPA COMUNICATO PER LE TESTATE GIORNALISTICHE E LE AGENZIE DI STAMPA COM_20160521_ER2 Rimini, 21 maggio 2016 Cara Ministro Lorenzin, Abbiamo letto delle sue parole alla III Conferenza nazionale della FNOMCEO [1], a Rimini, parole rivolte ad un pubblico di Medici, ma indirettamente anche un messaggio alla cittadinanza, nell’esercizio del suo ruolo istituzionale. Spesso, negli ultimi tempi, sentiamo dalla sua viva voce, e da quella
Leggi tutto

Conflitto di interessi in AIFA

CONFLITTO DI INTERESSI IN AIFA Il presidente dell’AIFA, Prof. Sergio Pecorelli è stato segnalato dagli organismi interni al ministero della Salute per potenziali conflitti d’interesse per la sua partecipazione in alcune società, fatto che sarebbe vietato dal regolamento interno di trasparenza che vigila sui conflitti d’interesse dei membri dell’Agenzia[1]. A disporre la sospensione sarebbe stato il direttore generale della stessa agenzia, Dott. Luca Pani, dopo la valutazione del Comitato interno che avrebbe riscontrato diversi casi di conflitto di interesse a suo carico. Il comitato avrebbe deciso di assegnare a questo caso il livello 3 di conflitto di interesse[2], il massimo,
Leggi tutto