CARO SINDACO, FERMI QUESTA FOLLIA !

Egregio Sindaco, mi chiamo L. sono una mamma che vive a Bologna e Le scrivo questa lettera per esporle alcune mie riflessioni su ciò che sta accadendo a livello regionale e nazionale in merito all’obiezione di coscienza alle vaccinazioni. Le scrivo non solo per esprimere il mio disgusto nei confronti di questa campagna mediatica denigratoria e piena di falsità scientifiche, di offese continue verso le centinaia di genitori che vivono ogni giorno la quotidianità del dramma di un figlio danneggiato da vaccino, caro Sindaco, Le scrivo soprattutto per esprimerLe la mia preoccupazione e disappunto per le proposte di legge che
Leggi tutto

COME TORNARE ALL’ETA’ DELLA PIETRA DEI DIRITTI UMANI

COME TORNARE ALL’ETA’ DELLA PIETRA DEI DIRITTI UMANI QUANDO NON CI SONO GLI ARGOMENTI DELLA RAGIONE IL POPOLO SI GOVERNA CON IL TERRORE All’improvviso qualcuno ha deciso che i nostri diritti fondamentali possono essere violati nel nome di qualcosa non ben definito che si chiama “terrorismo dell’informazione”. Casi isolati di malattie infettive e morti presunte associate a queste, petizioni di mamme “preoccupate” sembrano bastare per calpestare la ragione e il diritto. Assessori regionali e parlamentari disinformati decidono il nostro futuro sul “nulla”. L’unico modo per “ottenere” l’adesione a programmi vaccinali privi di senso è quindi la coercizione, cancellando con un
Leggi tutto

UNA NUOVA CACCIA ALLE STREGHE DEI PROVACCINO

UNA NUOVA CACCIA ALLE STREGHE DEI PROVACCINO PAROLE D’ORDINE: DITTATURA E DISCRIMINAZIONE di Redazione Comilva L’Articolo 50 della Costituzione Italiana permette ad ogni cittadino di raccogliere firme e indire una petizione per presentare alle Camere temi di particolare interesse. Questo diritto ha permesso ad una mamma di Cesena di proporre una petizione per impedire l’accesso alle comunità scolastiche dei bambini non vaccinati. Una petizione quindi volta alla discriminazione, ancor peggio alla discriminazione dei minori: che genere di persona firma e diffonde un tale proposito? Privati cittadini, giornali e TV, il Ministro Lorenzin stesso avranno verificato le motivazioni in essa contenute? O
Leggi tutto

LA BRUTTA E TACIUTA STORIA DEL VACCINO ANTIPERTOSSE

LA BRUTTA E TACIUTA STORIA DEL VACCINO ANTIPERTOSSE Il New York Times riferisce di un nuovo studio che ha rilevato come il maggior rischio per i bambini di essere infettati con il batterio che causa la pertosse arrivi dai fratelli maggiori. I Times spiega che questo “è probabilmente il risultato della diminuita immunità tra i bambini e adolescenti che hanno ricevuto il vaccino DTaP (ndt: difterite, tetano pertosse acellulare)” Infatti, la diminuita immunità è un problema serio del vaccino combinato DTaP. Uno studio recente pubblicato su Pediatrics conclude: la protezione data dal vaccino DTaP diminuisce nel giro di 2-4 anni.
Leggi tutto

ACELLUVAX, UNO SCANDALO INFINITO

LETTERA APERTA PER NON DIMENTICARE LE STRAGI DEL VACCINO ANTIPERTOSSE di: Francesco Lucarelli lucarelli.francesco@yahoo.it Tratto da una comunicazione inviata via mail venerdì 22 febbraio 2013, ai seguenti ai dottori:Vittorio Demicheli (Responsabile del SSepi-SeREMI – Servizio di riferimento regionale di Epidemiologia per la sorveglianza, la prevenzione e il controllo delle Malattie Infettive Regione Piemonte vdemicheli@aslal.it; Annalisa De Silvestri (biologa contrattista presso Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo Pavia); Carmine Tinelli (Incaricato presso il Servizio di Biometria e Statistica Medica, presso Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo Pavia); Alberto Eugenio Tozzi (Ospedale Pediatrico bambino Gesù, Roma) , Thomas Jefferson (Vaccines Field, The Cochrane Collaboration, Via Adige 28a, Anguillara Sabazia,
Leggi tutto