LA SENTENZA RIPARATRICE

LA SENTENZA RIPARATRICE Stampa e televisione, siti internet a servizio del sistema sanitario e delle lobby farmaceutiche si sono affannati nelle settimane scorse a dare il lieto annuncio del ribaltamento in appello della sentenza di Rimini N. 148/2012, la “famosa” sentenza di Rimini sulla probabile correlazione fra MPR ed Autismo. Per gran parte dell’establishment sanitario italiano (e non) è stata una gran liberazione, un fatto più che annunciato e di cui si attendeva solo l’ufficialità, visto il gran parlare che la sentenza aveva fatto di sé. Va subito detto, ancora una volta in più se ce ne fosse bisogno, che
Leggi tutto

Milano, Giudice: ” Autismo causato da vaccino, vitalizio a bambino”

IL MINISTERO DELLA SALUTE DOVRÀ VERSARE UN ASSEGNO BIMESTRALE PER TUTTA LA VITA A UN BAMBINO AUTISTICO AL QUALE NEL 2006 FU INIETTATO IL VACCINO ESAVALENTE PRODOTTO DALLA GLAXOSMITHKLINE. LO HA DECISO IL TRIBUNALE DEL LAVORO DI MILANO, RICONOSCENDO QUINDI IL NESSO CAUSALE TRA LA VACCINAZIONE E LA MALATTIA.  Come racconta il quotidiano "La Repubblica", la sentenza arriva dopo che la famiglia del bambino, che oggi ha 9 anni, aveva presentato nel 2011 una domanda di indennizzo al ministero che allora venne respinta. Contro la sentenza, emessa il 23 settembre, il ministero non ha presentato ricorso entro i termini, scaduti
Leggi tutto

TRIBUNALE DI URBINO, SENTENZA N. 219/11, NESSO CAUSALE VACCINO ANTIEPATIE B E AUTISMO

ILLUMINANTE SENTENZA DEL TRIBUNALE DI URBINO Il Tribunale di Urbino, in udienza Udienza il 06.07.2011, con Sentenza N. 219/11, il Giudice del Lavoro, ha esaminato il ricorso promosso dai genitori del minore contro la Regione Marche e il Ministero della Salute (contumace) nella controversia in materia di previdenza ed assistenza con oggetto richiesta di indennizzo ex lege L. 210/92. La domanda di indennizzo era stata presentata in data 4 aprile 2003 a seguito della lesione provocata al figlio con vaccinazione trivalente eseguita in data 15 aprile 1998. Il bambino, che godeva di ottima salute prima di effettuare le vaccinazioni, dopo
Leggi tutto

SENTENZA DEL TRIBUNALE DI PESARO, N. 256/12, NESSO CAUSALE FRA VACCINO E RITARDO PSICOMOTORIO

ANCORA UNA SENTENZA FAVOREVOLE EX LEGE 210/92 Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Pesaro, nell’udienza del 04.06.2012, per il ricorso promosso dal Ministero della Salute nella controversia in materia di previdenza ed assistenza contrassegnata dal n. 954 Ruolo generale anno 2010 con oggetto richiesta di indennizzo ex lege L. 210/92 giudica favorevolmente, con Sentenza N. 256/12, alla famiglia del danneggiato. La famiglia era assistita dall’Avv. Luca Ventaloro del foro di Rimini. L’oggetto della controversia è come sempre il nesso causale sussistente fra il ritardo psicomotorio e la prima e seconda vaccinazione pediatrica. Il Ministero eccepisce ancora una volta il difetto
Leggi tutto

SENTENZA DEL TRIBUNALE PENALE DI MACERATA N. 271.02 DEL 23.03.2002

Sentenza del Tribunale Penale di Macerata. Assoluzione dei genitori dall’accusa di violazione art. 110 e 650 del C.P. per inosservanza dell’ordinanza ingiunzione del Sindaco di eseguire vaccinazioni obbligatorie. Depenalizzazione dell’inosservanza delle leggi dell’obbligo vaccinale. I genitori venivano rinviati a giudizio per violazione degli artt. 110 e 650 del Codice Penale per non aver ottemperato ad una Ordinanza del Sindaco che intimava loro il completamento del ciclo vaccinale. La difesa dei genitori invece proponeva il proscioglimento dei genitori ai sensi dell’art. 129 del codice di procedura penale sulla base della depenalizzazione contenuta nelle leggi 706/75 e 689/81. La sentenza dà ragione
Leggi tutto

IL GIUDICE DI PACE DI CESENA DÀ RAGIONE AGLI OBIETTORI: ANNULLATE LE SANZIONI

ACCOLTO IL RICORSO CONTRO LE SANZIONI AMMINISTRATIVE Il Giudice di Pace di Cesena dott. Federico Tocco, così come i suoi altri colleghi Giudici dell’Ufficio Giudiziario cesenate, ha accolto il ricorso avverso un’ordinanza-ingiunzione dell’AUSL di Cesena proposta dai genitori D.F e S.C., ritenendo che l’AUSL medesima NON provvede ad informare doverosamente i genitori su una prassi, ritenuta anche pericolosa, come le vaccinazioni. L’AUSL di Cesena infatti, continua a perseguitare i tantissimi obiettori dell’area cesenate, attuando un comportamento COMPLETAMENTE CONTROCORRENTE rispetto a quello delle altre AUSL di Area Vasta Romagna, organismo regionale che integra e condivide risorse e politiche sanitarie, inviando loro
Leggi tutto

VITTORIA STORICA A TRIESTE: ACCOLTO RICORSO AVVERSO SANZIONE AMMINISTRATIVA

Grande soddisfazione ha suscitato in tutto il movimento triestino ma anche in tutto il gruppo del Friuli Venezia Giulia del COMILVA la Sentenza del Tribunale ordinario di Trieste, Sezione Civile, N. 854/2013 Rg. N. 62/2013 – Opposizione ad Ordinanza Ingiunzione, che andiamo a descrivervi di seguito. Si tratta di una grandissima affermazione di diritto per un ricorso avverso la sanzione amministrativa per mancata vaccinazione di minore, irrogata come di consueto dalla ASS1 Triestina, in deroga alla prassi regionale che vede da molto tempo queste sanzioni “abbandonate” da tutte le altre ASS regionali. L’unica, fra tutte, la ASS1 Triestina continuava a inviare
Leggi tutto

IMPORTANTE SENTENZA DELLA CORTE D’APPELLO DI ANCONA

CONDANNATO IL MINISTERO CHE AVEVA RICORSO ALLA SENTENZA DI PRIMO GRADO Importantissima e significativa sentenza della Corte d’Appello di Ancona che respinge il ricorso del Ministero contro una sentenza di primo grado in causa civile per danni da vaccino. Un’altra importante affermazione del diritto che questo dispositivo sancisce, in favore di un macroscopico danno psico-neuro-motorio da vaccino subito da una bambina di Pesaro. La Corte d’Appello condanna il Ministero anche al pagamento delle spese di CTU e ad un rimborso di spese sostenute per affrontare il ricorso in misura di 2.000,00 Euro. Non finiremo mai di stupirci come, di fronte all’evidenza,
Leggi tutto

AUTISMO E VACCINAZIONI: UNA NUOVA SENTENZA FAVOREVOLE

ATTENDIBILE PROBABILITÀ CAUSALE  Con sentenza del Tribunale del Lavoro di Pesaro nella causa di previdenza iscritta al n.624/2011 lavoro e Previdenza promossa da una famiglia marchigiana rappresentata e difesi dall’avv. Luca Ventaloro, CONTRO il MINISTERO della SALUTE, nella persona del dott. Vincenzo Pio Baldi quale giudice del lavoro, visti gli articoli 442 e 429 c.p.c., preso atto delle conclusioni rassegnato dalle parti al termine della discussione orale, ha pronunziato mediante lettura del dispositivo e della contestuale motivazione SENTENZAl’accoglimento della domanda della famiglia di un minore affetto da Autismo di ottenere l’indennizzo di cui agli artt. 1 e 2 della L. 210/92, condannando il Ministero, riconoscendo il diritto
Leggi tutto