IL PENSIERO UNICO VACCINALE

Perché è necessario stabilire il giusto rapporto medico paziente aldilà dei presunti “obblighi contrattuali”. La certezza della libertà intellettuale del medico è la premessa fondamentale di un consenso realmente informato del paziente. Serve serenità sul pieno esercizio deontologico, in scienza e coscienza della professione medica, contro ogni tentativo di “rieducazione maoista”.   Sono sempre aperte le discussioni sul ruolo dei medici nella promozione delle vaccinazioni, con speciale riguardo ai cosiddetti “medici anti-vaccini”. Nell’articolo del 16 ottobre apparso su “Il Fatto Quotidiano”[i], leggiamo che “la bozza del PNV in discussione prevede esclusivamente percorsi di concertazione con gli Ordini e le associazioni
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA – VacciniAmo le Scuole con la Disinformazione

Il Pifferaio di Hamelin VacciniAmo le Scuole con la Disinformazione “VacciniAmo le Scuole” è un progetto promosso dall’Istituto di Sanità Pubblica dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e condotto in collaborazione con alcune Aziende Sanitarie Locali come Roma A, Roma B, Matera e Palermo e rivolto ai genitori e agli alunni alle scuole medie inferiori. Il progetto viene promosso attraverso la libera adesione e libero consenso dei genitori, non è una campagna vaccinale ma (leggendo il questionario proposto) è chiaramente orientato ad ottenere dati sulla percezione e la conoscenza dell’offerta vaccinale da parte dei genitori: non abbiamo idea al
Leggi tutto

ARTICOLO DI CRONACA, MORTE PER TETANO NEL CESENATE

Leggiamo da un quotidiano locale dell’Emilia Romagna di questi giorni della morte di una signora anziana cesenate di 88 anni a causa del tetano. La notizia è stata ripresa anche da altre testate giornalistiche e media televisivi e utilizzata chiaramente a scopo propagandistico per promuovere anche tutt’altre campagne di vaccinazione, non ultima quella per il morbillo che sta tanto a cuore al Ministero e alle associazioni di categoria dei pediatri come Siti, Fimp e Fimmg. Di per se l’utilizzo di queste vicende a scopo propagandistico e strumentale va certamente stigmatizzato, ma soprattutto non è tollerabile il bombardamento di informazioni a senso unico, assolutamente parziale e fuorviante che si scatena in
Leggi tutto