Caso INFARIX EXA: La NON Risposta del Ministero

CONSIDERAZIONI SULLA REALE PORTATA DELLA SORVEGLIANZA DELLE REAZIONI AVVERSE ALLE VACCINAZIONI Con lettera protocollata DGPRE 0024360-P-13/11/2012 I.4.c.a.9/2009/4 [1] il Ministero ha risposto alla nostra lettera inviata il 19 ottobre scorso (Comunicato Congiunto Associazioni, Richiesta ritiro immediato vaccino Infarix Exa). Rispetto all’articolo pubblicato il 19 ottobre scorso possiamo dire che, nel frattempo i paesi in cui c’è stato il ritiro dei lotti vaccinali della GLAXOSMITHKLINE (GSK) BIOLOGICALS S.A., Belgio sono diventati 20 (Albania, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Repubblica Ceca, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Libano, Malesia, Malta, Olanda, Quatar, Romania, Slovacchia, Spagna, Regno Unito, Vietnam) per un totale di 30 lotti vaccinali
Leggi tutto

Ritiro Infanrix Exa: Italia NO problem ?

COMUNICATI FRETTOLOSI E SILENZI IMBARAZZANTI: UN’ALTRA STORIA INDEGNA E’ del 6 ottobre 2012, la comunicazione dall’Istituto di Stato per Controllo dei Farmaci della Slovacchia (SUKL), recante URGENZA di CLASSE 1 – Ritiro immediato del vaccino esavalente INFANRIX HEXA per rischio contaminazione batterica pericolosa (1) Ricordiamo a tutti coloro che non lo sapessero ancora che L’esavalente (nome commerciale INFANRIX HEXA, quella prodotta dalla ditta GlaxoSmithKline) è il vaccino usato anche in Italia per vaccinare i neonati a partire dal 2° – 3° mese di vita. Questo vaccino contiene 6 antigeni che dovrebbero proteggere i nostri figli contro difterite, tetano, poliomielite, epatite
Leggi tutto